Blubuddha

Mattinata Praticate 2020 !

Cinque mattinate di meditazione Vipassana, ognuna prevede quattro sessioni di pratica camminata & seduta, più una per le domande. Le mattinate completano il programma continuativo di due ore di pratica settimanali condivisa, e aiutano ad approfondire la pratica, rendendo sempre più stabili  i cambiamenti nelle piccole cose di ogni giorno, indotti da un’attenzione più stabile e continua.

Quando: 2019: 9-11 (Stefano);  30-11 (Alessandra). 2020: 11-1 (Alessandra), 8-2 (Stefano), 7-3 (Stefano), 

Orari: Dalle 9.00 alle 12.30.

Prenotazioni: SMS al 335.5618001 entro 3 Novembre, fino a esaurimento posti (15).

Costo: Iscrizione 20 € tutto il programma, possibili libere donazioni agli insegnanti o ad Aplysia Onlus.

Dove: IstitutoGift: Piazza Cairoli 12,  Pisa.

ChiAlessandra Plesi:Pratica Mindfulness dal 2006. Insegnante MBSR (C.F.M Massachusetts) Istruttrice Mindful Eating e Mindfulness per bambini e adolescenti. Integra la pratica con esercizi di movimento consapevole e meditazioni a sostegno della compassione verso se stessi e verso gli altri. Stefano Rossi: pratica Vipassana da più di 20 anni.

Hai idea di come ti proteggi, di come lo fai nelle piccole cose, tenendoti lontano/a dalle cose o dalle persone?
Hai idea che hai inventato modi per cui neanche sai capire più quali sono le cose che vorresti o i motivi per ce ne sono altre che non ti piacciono affatto? Le persone sane differiscono da quelle sofferenti, perché le prime hanno idea di cos’è che le fa soffrire e così possono farci qualcosa, le seconde no; non lo sentono, o lo sentono molto confusamente. Questa cecità si cura grazie a specchi umani, che vedono te e tu, grazie a loro, impari da capo a vederti.
Ecco, questo è, in sintesi, il senso del lavoro che si fa con la psicoterapia in gruppo

Onda blu

Mattinate … Praticate !!

Chi vuole conoscere il mare deve andargli vicino e entrarci dentro.
Per la meditazione vale qualcosa di simile ma poiché non ha la stessa forza del mare, per percepirla, bisogna affinare la percezione.
Ci vuole una grande pazienza, determinazione e tenacia per percepire l’intensità dell’esperienza in corso, anziché stare a rimuginare pensieri: riuscire ad esserne coinvolti come bambini, pur avendone una consapevolezza da vecchi.
Cinque mattinate di meditazione Vipassana (camminata/seduta) e una sezione di domande e risposte.
Quando 2018: sabato 24 novembre (Stefano);
2019: sabato 19 gennaio (Paolo Mori), 16 febbraio (Stefano), 9 & 30 marzo (Stefano),
Orari. Dalle 9.00 alle 12.30.
prenotarsi SMS al 335.5618001 entro 10 Novembre, fino a esaurimento posti (15).
Costi Iscrizione 20 € tutto il programma, possibili libere donazioni.
Dove. IstitutoGift: Piazza Cairoli 12, Pisa.
Info. istitutogift.it.

Le mattinate sono dedicate quanti hanno voglia di approfondire la pratica di visione profonda e completano il programma settimanale continuativo: tutti i martedì dalle 19.00 alle 20.00 e tutti giovedì dalle 15.00 alle 16.00.
La pratica di meditazione Vipassana tuttavia va considerata composta da tre parti complementari:
1. (Samadhi) Ore di pratica formale (seduta e camminata) in cui affiniamo la capacità di percepire quello che accade fuori di noi ma soprattutto quello che accade dentro di noi, ovvero come la nostra mente filtra, nasconde, sposta, camuffa, quello che accade, compresi i nostri pensieri, le nostre emozioni, sensazioni, sentimenti ed eventi. Si tratta, in altre parole, di accorgerci come siamo soliti cancellare quello che non ci piace o cercare ardentemente quello che ci piace.
2. (Sīla) Un comportamento etico riassumibile semplicemente in questo modo: non uccidere, non prendere quello che non ci è dato, no creare sofferenza con la sessualità (né ad altri ma nemmeno a sé stessi), non mentire (!), non assumere intossicanti.
3. (Pannā) Coltivare la compassione (empatia per la sofferenza e per la gioia altrui) verso sé stessi e gli altri.

Ogni mattinata sarà composta di tre ore di pratica alternando camminata e seduta, al termine delle quali ci sarà uno spazio per domande e condivisioni.
IL 19 gennaio sarà tenuto da Paolo Mori , gli altri giorni da Stefano Rossi

Paolo Mori, ha incontrato il Dharma alla fine degli anni ’70, ricevendo insegnamenti all’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia e in India da Lama Yeshe, Lama Zopa, Song Rinpoche, Geshe Jampa Gyatso e altri maestri della tradizione Ghelupa. A partire dagli anni ’90 ha iniziato ad approfondire la tradizione Samatha-Vipassana con vari insegnanti, in particolare Jon Coleman (metodo U Ba Kin), poi frequentando il centro ritiri Gaia House in Inghilterra, e partecipando a ritiri con Alan Wallace. E’ operatore shiatsu, e attualmente presidente del Centro Ewam (Firenze). Di professione agronomo, impegnato in programmi di cooperazione internazionale, ha collaborato a lungo col Governo Tibetano in Esilio di SS il Dalai Lama nella gestione di programmi di sviluppo in agricoltura biologica per i rifugiati tibetani in India.

Stefano Rossi, psicologo, psicoterapeuta della Gestalt, cofondatore di istituto Gift, ha dato vita a un modello di psicoterapia orientata dal Campo Relazionale (Field Therapy). Ha iniziato a praticare con il suo formatore Ischa Bloomberg, negli anni ’80, ha fatto ritiri di vipassana con ven. Bhante Sujiva, ven. Bhante Bhodidhamma, ven. Bhante Vivekananda, Beate Gloeckner. Con IstitutoGift propone ore di pratica a integrazione e complemento della psicoterapia.

La prima giornata inizierà alle 8.45 per avvantaggiarci con le formalità.
Con metta.

140489-hd

Psicoterapia di gruppo: Avvicinarsi & Allontanarsi

Per tutta la vita non facciamo che allontanarci da qualcosa o da qualcuno che è fonte di sofferenza, oppure cercare di avvicinarci a qualcosa o a qualcuno che è fonte di piacere. Le relazioni non descrivono che questo complicato sistema in cui giocano le forze di desiderio, attaccamento e avversione. Diventare consapevoli di tali spinte interne è il primo passo per disinnescare questi automatismi. Il successivo sarà quello di comprendere meglio queste forze di attrazione e di repulsione per cercare infine soluzioni differenti alla fuga o al desiderio: soluzioni più salutari.

Modi: Evitare le assenze e osservare la massima riservatezza, sono modi per rispettare gli altri e se stessi. È prevista la co-conduzione degli incontri
Quando: 3 febbraio; 10 marzo; 14 aprile; 12 maggio; 16 giugno; 14 luglio; 8 settembre; 13 ottobre; 10 novembre; 15 dicembre.
Orari: Dalle 9.00 alle 13.00.
Dove: IstitutoGift, Piazza Cairoli 12, Pisa.
Costo: 50 € a persona per incontro.

Pallanuoto

Gruppi di supervisione clinica. La pulsazione del campo: l’energia e le intenzioni

L’interazione è lo spazio esistenziale in cui avviene la psicoterapia. In gestalt ne è anche lo strumento principale. Se le intenzioni sottese ne governano l’evoluzione, le forze che l’attivano sono più in ombra e riguardano una polarità profonda: da un lato avvicinarsi a ciò che ci procura piacere, dall’altro allontanarsi da ciò che genera dispiacere o dolore.
Raggiungere la consapevolezza di queste forze che inondano il presente continuo è sia una conditio sine qua non per una prassi gestaltica coerente, sia un’affermazione decisa riguardo a un etica di processo, basata cioè sulla salute di tutti coloro che ne sono coautori.

Date: 2 febbraio; 9 marzo; 13 aprile; 11 maggio; 15 giugno; 13 luglio; 7 settembre; 12 ottobre; 9 novembre; 14 dicembre.
Quando: Tutti i venerdì, dalle 15.00 alle 20.00.
Dove: IstitutoGift, Piazza Cairoli 12, Pisa
Costo: 70 € a persona per ciascun incontro.

images-2

La psicoterapia della gestalt con le Coppie

Sulla base della psicoterapia della Gestalt, e con l’integrazione del modello di Field Therapy incentrato sui campi relazionali, IstitutoGift propone un protocollo di terapia con le coppie, che attraversano una crisi.

In questo modello il lavoro emerge dalla dinamica messa in atto dalla coppia sofferente: questa contagia la coppia di terapeuti, i quali, grazie a una consapevolezza più affinata circa le dinamiche in corso, rinforzano il processo di consapevolezza e comprensione dei pazienti. Questo continuo e reciproco rispecchiamento riattiva la salute relazionale di tutte e due le coppie del setting.

Modi: Pacchetti di 8/12 sedute di psicoterapia con una coppia di psicoterapeuti, etero o omosessuale, coerente con il genere della coppia in cura.

Orari:  Ogni seduta ha una durata di 90 minuti ca.

Dove: IstitutoGift, Piazza Cairoli 12, Pisa.

Costo: Ogni seduta 160€.

man-sitting_820

5 Ritiri Urbani di Meditazione Vipassana 2017-2018

…Un passo al giorno…

CHI                         Paolo Mori, Stefano Rossi.
QUANDO              2017: 18 Nov e 16 Dic – 2018: 20 gen; 24 Feb e 24 Marzo.
ORARI                    Dalle 9.30 alle 18.00.
PRANZO                Cibo vegetariano da condividere.
PRENOTAZIONI   SMS al 335.5618001 entro 04 Novembre, posti 20.
COSTO                   Iscrizione 30 €, più libera donazione per le giornate con Paolo Mori.
DOVE                     c/o IstitutoGift: Piazza Cairoli 12, Pisa.

Questo programma di pratica, a differenza degli anni precedenti, è focalizzato sul “metodo”, piuttosto che un tema specifico. L’intenzione, in sostanza è quella di portare l’attenzione dei partecipanti sulla forza esistenziale che la pratica è in grado di sprigionare, quando diviene parte consueta della vita quotidiana. Sebbene l’effetto e l’efficacia della pratica possano essere percepiti a più livelli dalle persone, colpisce la difficoltà che molti scoprono quando si tratta di integrarla nella vita di tutti i giorni. Più che un problema di volontà, l’ostacolo maggiore sembra derivare dall’abitudine sedimentata a mantenere basso, se non assente, il livello di consapevolezza nei piccoli gesti e nei momenti non importanti della giornata. Evidentemente, attivare un atteggiamento di consapevolezza costante nell’arco della giornata, non è un passo facile: come per la maggior parte delle cose importanti della vita, si tratta di sostituire un’abitudine con un’altra, non più giusta, ma più salutare: l’essere assenti in modo automatico, con l’essere gradualmente sempre più partecipi e presenti a quanto accade di continuo intorno a noi e dentro di noi.

A questo scopo il programma 2017 – 2018 prevede tre livelli.

  1. Cinque giornate intensive di pratica condivisa: qui verranno esposti e spiegati gli obbiettivi e le modalità delle varie pratiche; i partecipanti avranno il tempo e lo spazio per esprimere, anche nei brevi colloqui individuali, le varie perplessità e i dubbi che inevitabilmente la pratica stessa innesca (circa 40 ore).
  1. Due ore settimanali di pratica condivisa: appuntamenti con cui mantenere chiaro l’atteggiamento verso la pratica e viva l’intenzione che la sottende. Tutti i martedì dalle 19.00 alle 20.00 e i giovedì dalle 15.00 alle 16.00 (circa 40 ore).
  1. Una/due sessioni individuali giornaliere: (che a seconda dell’impegno, possono portare a circa 100 ore di pratica individuale nei cinque mesi di durata del programma). Il praticante rinforza il suo atteggiamento di presenza nella vita quotidiana.

 

04.11.2017 (Sabato, ore 11.00) Incontro di Presentazione del programma & Iscrizioni.

Vengono illustrate le finalità del corso, spiegati i vari modi e l’impegno che esso comporta (partecipazione e impegno nei tre livelli, accettazione eventuale dei precetti).

18.11.2017 Prima giornata

Trovare i vari oggetti: focalizzare l’oggetto di meditazione. 

Comprendiamo la meditazione: un processo in cui prima si toglie sistematicamente tutto, poi si possono anche introdurre temi mirati… Samatha, o la pratica di stabilizzare l’attenzione: come iniziare il processo meditativo, semplificazione, calarsi nel profondo, i primi 2 stadi di Samatha, che cosa aspettarsi (le esperienze piacevoli risultato della stabilizzazione, le esperienze spiacevoli, emersione dal profondo, come gestire difficoltà e le esperienze piacevoli). Metta, la pratica dell’amorevole gentilezza.

16.12.2017 Seconda giornata 

Seguire l’oggetto, stabilizzare l’attenzione.

Samatha: il terzo e quarto stadio. Avendo ottenuto un minimo di stabilizzazione proviamo a cambiare approccio. Come portare la mente ordinaria nel sentiero (o porre la mente nel suo stato naturale, o osservare lo spazio della mente e i suoi contenuti), si abbandona l’ancoraggio, le distrazioni non sono più distrazioni!

20.01.2018 Terza giornata 

Il potere dell’oggetto: dalle allucinazioni alla realtà.

In questa giornata l’attenzione e la presenza sviluppate nelle prime due giornate vengono applicate all’esperienza del mangiare, per questo il pranzo sarà in silenzio, l’attenzione sarà focalizzate nel riuscire a distinguere fra la delizia del cibo, e l’indulgenza nel piacere, ovvero fra quanto è piacevole e necessario alla persona, e quanto invece è mangiato in modo automatico per attaccamento al piacere o per gli effetti ansiolitici legati al cibo.

24.02.2018 Quarta giornata

Scoprire la relazione con gli oggetti.

Vipassana o la visione profonda: come applicare la consapevolezza al corpo, alle sensazioni e agli stati mentali.

24.03.2018 Quinta giornata 

Lasciare andare l’oggetto

Vipassana, una giornata sulla vacuità: il modo in cui percepiamo la realtà, la critica buddista alla nostra percezione, i 3 ragionamenti principali che dimostrano la vacuità, cosa resta dopo che abbiamo destrutturato la realtà con la meditazione di vacuità, un accenno allo stato illuminato della mente (Rigpa).

 

Di seguito l’orario dettagliato delle cinque giornate intensive.

9.30 – 10.30             PRESENTAZIONE della giornata

10.30 – 11.15            Seduta

11.15 – 12.00            Camminata

12.00 – 12.45           Seduta

12.45 – 14.00           PRANZO

14.00 – 14.45           Camminata/colloqui individuali

14.45 – 15.30            Seduta

15.30 – 16.15            Camminata/colloqui

16.15 – 16.30            Pausa

16.30 – 17.15           Seduta/Metta

17.15 – 18.00            DOMANDE

Paolo Mori

ha incontrato il Dharma alla fine degli anni ’70, ricevendo insegnamenti in Italia e in India da Maestri quali Lama Thubten Yeshe, Lama Zopa Rinpoche, Kiabje Zong Rinpoche, Geshe Jampa Gyatso, Geshe Yeshe Tobten, Tulku Gyatzo e altri. A partire dagli anni ’90 ha iniziato ad approfondire la tradizione Samatha-Vipassana con vari insegnanti, in particolare John Coleman (tradizione Sayagyi U Ba Kin), poi frequentando il centro ritiri Gaia House in Inghilterra, e negli ultimi anni partecipando a ritiri condotti da B. Alan Wallace. E’ operatore shiatsu, e attualmente presidente del Centro Terra di Unificazione Ewam di Firenze, associato all’FPMT. Di professione agronomo, impegnato in programmi di cooperazione internazionale, ha collaborato a lungo col Governo Tibetano in Esilio di SS il Dalai Lama nella gestione di programmi di sviluppo in agricoltura biologica per i rifugiati tibetani in India. 

Stefano Rossi

Psicologo Psicoterapeuta della gestalt, docente didatta presso SIG e Sinapsi, fra i fondatori di  Istituto Gift, sostiene l’integrazione fra psicoterapia e pratiche di meditazione secondo il modello presentato nel 2016 (La pulsazione del Campo, ed. ETS, 2017). Ha incontrato la meditazione negli anni 80 e a partire dagli anni 2000 ha approfondito la tradizione Theravada della meditazione Vipassana, ricevendo insegnamenti di Ven. Bhante Sujiva, Beate Gloekner, Ven. Bhante Bodhidhamma e altri laici e monaci.

859211_56c615ccda234a9aa14e68f53887acc6-mv2_d_2048_1536_s_2

Mind-body therapy nel dolore cronico

La mind-body medicine (MBM) o medicina mente-corpo, si concentra sulle interazioni tra cervello, mente, corpo e comportamento e sui modi in cui potenti fattori emotivi, mentali, sociali, spirituali e comportamentali possono influenzare direttamente la salute.

L’ approccio MBM in medicina psicosomatica considera fondamentale un approccio che rispetta e valorizza la consapevolezza di sé e di auto-cura, e si avvale di tecniche terapeutiche che sostengono questo tipo di approccio. Si caratterizza per percorsi diagnostici-terapeutici che trovano indicazioni sia per i soggetti che non hanno mai assunto alcun trattamento per il dolore e non hanno mai svolto terapie riabilitative o invasive sia in soggetti resistenti ai trattamenti convenzionali.

Un valutazione medica, psicofisica ed endocrinologia precede ciascun percorso.

I nostri percorsi terapeutici sono personalizzati ed oltre alle terapie farmacologiche convenzionali si avvalgono di terapie come la psicoeducazione, la psicoterapia, l’ipnosi, la meditazione, lo yoga ma anche più di tecniche psicofisiologiche con il biofeedback e la mirror therapy. I percorsi si costruiscono anche grazie alla collaborazione di esperti esterni in nutraceutica, fisioterapia. Il nostro centro collabora infatti con il centro medico di fisiocinesiterapia e riabilitazione delle Querciole (Pi) con programmi di intervento specifici per alcune forme di dolore cronico.

Per maggiori informazioni visita la pagina del sito dedicata alla Medicina Psicosomatica (http://www.istitutogift.it/psicosomatica/).

Bibliografia:

Cosio D, Swaroop S. Use of Mind-body Medicine in Chronic Pain Management: Differential Trends and Session-by-Session Changes in Anxiety. J Pain Manag Med. 2016 Mar;2(2). pii: 114. Epub 2016 Mar 30.

Perrot S. What can fibromyalgia teach us about chronic pain? An emblematic condition to discuss mind and body concepts, predictive medicine and assessment of chronic condition management.Eur J Pain. 2014 Sep;18(8):1049-51. doi: 10.1002/ejp.557.

859211_a1f0f513537b4cb79bf26eba9d79bf42-mv2

Medicina integrata per il Dolore Cronico

Alcune forme di dolore cronico non rispondono, o rispondono poco, alle terapie convenzionali.  Il percorso integrato ha mostrato maggiori successi nella gestione del dolore cronico in particolare nel dolore muscoloscheletrico come fibromialgia, lombosciatalgia, cefalea, ma anche alcune forme di dolore neuropatico (1; 2).
I percorsi proposti nel nostro centro trovano indicazioni sia per i soggetti che non hanno mai assunto alcun trattamento per il dolore e non hanno mai svolto terapie riabilitative sia in soggetti resistenti ai trattamenti convenzionali.
Un valutazione medica, psicofisica ed endocrinologia precede ciascun percorso.
 
Fitoterapia, nutraceutica e alimentazione:
La medicina integrata nella prospettiva psicosomatica vede l’integrazione delle terapie convenzionali con trattamenti fitoterapici ed una corretta alimentazione.
Per maggiori informazioni visita la pagina del sito dedicata alla Medicina Psicosomatica (http://www.istitutogift.it/psicosomatica/).

Bibliografia
  1. Boldt I, Eriks-Hoogland I, Brinkhof MW, de Bie R, Joggi D, von Elm E. Non-pharmacological interventions for chronic pain in people with spinal cord injury. Cochrane Database Syst Rev. 2014 Nov 28;(11):CD009177. doi: 10.1002/14651858.CD009177.pub2. Review. PMID: 25432061
  2. Lauche R, Cramer H, Häuser W, Dobos G, Langhorst J. A Systematic Overview of Reviews for Complementary and Alternative Therapies in the Treatment of the Fibromyalgia Syndrome. Evid Based Complement Alternat Med. 2015;2015:610615. doi: 10.1155/2015/610615. Epub 2015 Jul 13. Review
Ganassini

Progetto “Emozioniamoci con il corpo”

“Emozioniamoci con il corpo” è un progetto rivolto ai bambini della scuola primaria, effettuato dall’Associazione Aplysia Onlus, per promuovere il benessere psicofisico e la riduzione delle somatizzazioni attraverso l’apprendimento di strumenti di salute sostenibili che favoriscono l’espressione corporea e la consapevolezza emotiva.

Sostenete anche voi l’Associazione Aplysia Onlus!

Cliccate sul link http://www.ganassinisocialresponsibility.com/bando , scorrete la pagina fino al nostro progetto e mettete Mi Piace!

#ACCENDILSOGNO metti un like al nostro progetto!!

Ci vuole meno di un minuto!!